Travel blogger: 1 mese nelle Filippine, Hong Kong e Macau


 Oggi mi trovate nelle vesti di travel blogger, finalmente vi racconto del mio viaggio di 1 mese nelle Filippine. Hong Kong e la sua bellissima baia, la mia prima tappa.
Il post di oggi è dedicato solo alle persone che hanno voglia di leggere tanto, per tutte le altre ci sono le foto. Ho scoperto che quando scrivo di viaggi, non riesco a smettere, è difficile concentrare in un post tutte le emozioni vissute.
Scusate se pubblico cosi tardi ma sono stata distratta da alcune cose, è ora di riprendere in mano il mio blog e continuare.

Dal 4 Marzo all' 8 Aprile chi mi segue sui vari social ed ha letto qualche post precedente sa che ho fatto un bellissimo viaggio.
Purtroppo sono tornata da un pò dal mio meraviglioso viaggio di 1 mese in Asia nelle specifico nelle Filippine, passando per Hong KongManila e Kuala Lumpur.
Mentre ero in viaggio a causa dei wifi che funzionavano malissimo e quindi all'impossibilità di scrivere sul blog, ho iniziato a scrivere una specie di diario sul mio profilo facebook.
Il mio diario di viaggio dalle Filippine, l'ho scritto con il cuore e con la voglia di far sapere anche ai miei amici e parenti quello che stavo facendo e vedendo in quel momento, ho incominciato a scriverlo per caso senza un secondo fine, senza la convinzione che la gente mi avrebbe seguita, l'ho scritto per me, per ricordarmi le cose che stavo vivendo e per la mia famiglia lontana cosi da tenerli aggiornati.
Ho scoperto con il passare dei giorni che molti dei miei "amici" su facebook hanno incominciato a seguirmi con passione, commentare e mettere like alle mie foto e più i commenti aumentavano e più mi sentivo di renderli partecipi del meraviglioso viaggio che stavo facendo ed il bellissimo paese che stavo visitando.
Ringrazio con il cuore davvero tutti quelli che mi hanno seguito, ho ricevuto bellissimi ed emozionanti commenti anche da persone che non mi sarei mai aspettata, da persone con cui non avevo mai avuto alcun tipo di interazione oltre che da persone splendide che mi conoscono e che mi seguono abitualmente, davvero grazie a tutti, ho sempre letto i vostri commenti ed in alcuni casi mi sono anche emozionata, non pensavo di riuscire cosi bene a farvi vivere e sentire quello che ho vissuto e provato io . Grazie ancora di cuore a tutti
p.s chi mi conosce sa che non sono una da smancerie ma mi sentivo di scrivere queste cose 

 Ho un futuro pronto come Travel blogger o come inviata di qualche programma, aspetto solo che qualcuno mi chiami, qualcuno è online? sono disponibile eh, ho già la valigia pronta!!!!
Scherzi a parte ho capito che sono una donna fashion, amo le borse le scarpe ed i gioielli ma i viaggi sono la mia vera passione e mi sono accorta che mi trasformo completamente adattandomi a tutte le situazioni, chi mi conosce ancora non riesce a credere che io riesca a partire con uno zaino in spalla, dormire nelle guest house più semplici, mangiare nei banchetti con vicine di tavolo delle galline ...insomma se viaggi in Asia da turista con lo zaino devi avere uno spirito di adattamento molto forte ed io mi sono accorta di averlo.

Il mio viaggio è incominciato il 4 marzo con un volo Genova-Parigi-Hong Kong con un A380 di Airfrance.
L'itinerario era stato già deciso in circa 20 giorni di duro lavoro da parte di leo che nel giro di poco è riuscito a mettere giù un programma di viaggio degno del miglior agente di viaggio,
riuscito a scovare nuove isole da visitare e molto altro.
Vi avevo già parlato del nostro itinerario nel mio precedente post, se non lo avete letto potete farlo qui.
Alla fine l'abbiamo variato di poco, siamo riusciti a non fare qualche notte in transito tra un'isola e l'altra ed abbiamo aggiunto 2 destinazioni che non erano previste nel programma.


Un mese è abbastanza lungo, anzi 36 giorni per la precisione e 10 tappe lo sono ancora di più ma ho veramente tanto da scrivere.




6 marzo 
Buongiorno da Hong Kong, sono le 6 del mattino e sono sveglia a causa del fuso

  • io il fuso lo sopporto poco e la prima notte la faccio quasi sempre in bianco nonostante la stanchezza del volo, il giorno dopo giro tipo zombie.
  • Cosi mentre Leo dormiva ho deciso di scrivere le mie prime impressioni.

6 marzo 
Il volo: abbiamo viaggiato Air france sull'A380 il mitico aereo a 2 piani, ok lo ammetto sono rimasta un pò delusa, le aspettative erano molte, quando è uscito si parlava di palestre, bar, zona lettura con poltroncine.....niente di tutto questo, è un normale aereo a 2 piani, pieno di posti a sedere e basta, io ho viaggiato economy normale, ho trovato i posti un pò più spaziosi e tra il finestrino ed il sedile c'e abbastanza spazio da poterti sedere comodo con le spalle rivolte verso il finestrino e poterti muovere liberamente durante il viaggio, il servizio è buono e si mangia bene ma devo ammettere che non si sbattono più di tanto e non sei coccolato come sulle compagnie orientali o arabe, punti snack ovunque, aperitivo appena salita e bibita non pervenuti, programmazione film scarsa, film in italiano non erano in prima visione, viaggio nel complesso buono.


6 marzo 
Prime impressioni sulla città: l'aeroporto è di impatto e ben organizzato, c'e anche Chanel....trasporti super efficienti, noi abbiamo optato per il bus, comodo e cheap, in 1 ora siamo arrivati a pochi metri dal nostro hotel, bus con wifi. La città di notte è piena di luci, i tuoi occhi cominciano a guardare in alto per l'altezza dei palazzi ma dopo ti accorgi che sono uno attaccato all'altro e sembrano alveari, le finestrelle minuscole e mi da l'idea che le loro case siano davvero piccole, è tutto veloce, loro corrono, non siamo abituati visti i tempi da bradipo che hanno in Malesia, Indonesia e Filippine.








 La metro di HK funziona cosi, sullo schermo spingi il tastino della tua fermata e ti dice quanto devi pagare.
 come in molte città asiatiche la metro è chiusa da delle vetrate, quando il treno si ferma la vetrata si apre, se notate ci sono le frecce del punto in cui ti devi mettere per evitare ingorghi con la gente che esce.
 questo è quello che si vede dal peak, dietro allo schermo quello che abbiamo visto noi.
 vista da uno dei tanti grattacieli di Hong Kong bay.


la famosa mansion











Hong Kong

Erano anni che mi sognavo anche la notte la famosa baia di Hk e da patita dell'Asia non potevo non visitarla.
Al nostro arrivo il tempo non era dei migliori perchè nonostante i 18 gradi faceva freddo, c'era vento ed un pò di pioggerellina ma sopratutto c'era la nebbia, questo clima purtroppo è durato per tutti i 4 giorni.
L'arrivo è stato un pò travagliato, era ormai sera e dopo aver preso un efficentissimo bus che ci ha portati direttamente in una delle vie centrali di Hk a pochi minuti dalla famosa baia proprio dove noi avevamo la guest house, abbiamo messo piede nell'edificio dove avevamo prenotato la nostra camera, una delle famose mansion di Hk.
Le mansion sono degli edifici un pò fatiscenti che ospitano centinaia di piccole guest house e mini appartamenti, l'impatto non è dei migliori e come prima cose ti chiedi "ma dove sono capitata?" tanti ascensori, gente di tutti i tipi che va e che viene, corridoi un pò cosi, sembra un grande alveare, una specie di città pieno di case popolari cinesi....per uno che arriva stanco da un viaggio e che l'unica cosa che desidera è farsi una bella doccia e rilassarsi non è il massimo come biglietto da visita, avevo visto le foto della camera al momento della prenotazione e non mi aspettavo un albergo 5 stelle ma neanche una casa popolare.
Ok ce la possiamo fare, peccato che la guest house in questione non avesse la nostra camera pronta, aveva deciso bene nonostante la prenotazione, con tanto di carta di credito come garanzia  semplicemente di rivenderla ad altri visto che non ci vedeva arrivare, dopo discussioni e proposte di camera ad un prezzo maggiore troviamo un'alternativa lungo lo stesso corridoio. La camera era davvero piccola, roba da apri la porta e ti tuffi direttamente nel letto, ma il letto era comodo ed aveva un piumino caldissimo e morbidissimo, utile con il tempo da lupi che c'era.
Le mie impressioni su Hk: la baia è qualcosa di strepitoso che ti lascia senza fiato, grattacieli altissimi affacciati sul mare , colori, luci  tutto come me lo immaginavo
la sera l'appuntamento era fisso alle ore 20 per il famoso symphony of lights
lo spettacolo più famoso di Hk, un gioco di luci, laser e musica che fanno i maggiori grattacieli situati sulla baia di Hong Kong, spettacolo che si può ammirare dalla dirimpettaia baia di Kowloon.
Migliaia di turisti in piedi e pronti ad immortalare lo spettacolo con tutti i mezzi possibili, smartphone, video camere, macchine fotografiche
Hk è divisa tra la parte continentale, la penisola di Kowloon ed i nuovi territori, l'isola di Hong Kong e quella di Lantau più altre isole minori.  L'isola di Hong Kong è quella più moderna, con i principali grattacieli ed i mall, la penisola  di Kowloon forse più turistica dove si trovano la maggior parte degli alberghi, molti negozi delle maggiori griffe e le famose mansion.
La città non mi ha entusiasmato, è un mix di palazzi vecchi e fatiscenti a grattacieli super moderni, in alcuni punti si respira ancora l'antica cultura cinese, market e banchetti all'aperto, banchetti di chincaglierie e piccoli ristorantini fanno da contorno ad una città proiettata verso il futuro ed in continuo movimento, ad Hong Kong corrono tutti. I quartieri moderni nella zona dell'isola di Hong Kong, sono un agglomerato di grattacieli e negozi, tutto molto fascinoso ma niente di eclatante.
La metro è super organizzatissima e porta un pò ovunque, Hk è piena di gioiellerie di alto livello e di negozi di orologi, presenti i marchi più prestigiosi con svariati punti vendita, la cosa mi ha un pò stupita perchè sono davvero infiniti come se stessero tutti a comprare ogni tre secondi un orologio.
Il cibo è un punto dolente perchè se vuoi spendere poco l'offerta non è delle migliori, i cinesi mangiano prevalentemente zuppe e la loro carne favorita è la trippa o interiora varie che io scusate non riesco proprio a mangiare, alla fine ce la siamo cavata con un ristorantino coreano che faceva dei piattini niente male dopo aver mangiato zuppette con polpettine che sapevano di plastica per 2 giorni.
Hong Kong è cara ed i prezzi sono praticamente come quelli europei a differenza della maggior parte dell'asia. Ho capito una cosa, ad Hong Kong vivi e mangi bene se spendi, la scelta è davvero vasta e la città offre una grande selezione di ristoranti e locali di alto livello, se sei un backpacker la vita è un pò più difficile perchè ti devi adattare alla usanze cinesi e quindi al loro cibo che non è dei migliori.
Diciamo che quello che propongono i ristoranti cinesi in Italia è un pò adattato ai nostri gusti.
La vera chicca sono i supermercati, trovi davvero di tutto ed il banco macelleria è solo per chi ha lo stomaco forte, diciamo che dell'animale non buttano via niente.
Purtroppo dal Peak la montagna più alta della città da dove si gode la vista dei grattacieli e della baia, non siamo riusciti a vedere niente e quando dico niente è davvero cosi a causa della nebbia, dopo aver fatto una coda per più di un'ora per salire ed altrettanto per scendere. Ecco potevano almeno avvisare, ma capisco che il business è business.








L'ultimo giorno l'abbiamo dedicato alla vicina isola di Macau, conosciuta per i casinò.
Macau è anche altro, un'isola con un centro in stile europeo, dovuto alla dominazione portoghese, una serie di viette con palazzi bassi dai colori pastello alternati a condomini sempre bassi un pò fatiscenti in stile cinese, quel mix europeo con tanto di nomi di vie e palazzi in portoghese dall'altra parte del mondo, in un'isola frequentata principalmente da asiatici.
Il terminal traghetti di Hk è davvero ben organizzato sembra di stare in un aeroporto ed nel catamarano c'e anche il wifi.
Avrei voluto tanto sul passaporto il timbro di Macau, sarei stata una delle poche europee ad averlo ma non me l'hanno messo, neanche quello di HK a dire il vero.
Da amante dei viaggi ed ormai futura travel blogger amo riguardare i timbri sul mio passaporto, ogni volta che giro le pagine scatta la lacrimuccia ed i ricordi.
Credo che farò un post a parte sul cibo ad HK e Macau, ho visto delle cose stranissime.


Le mie impressioni su Hong Kong,
Premesso che siano stati 4 giorni e per 4 giorni ha fatto freschino, c'era vento ed un pò di pioggerellina oltre alla nebbia, non siamo quindi stati fortunati con il tempo.
 la baia non mi ha delusa, è decisamente affascinante, il lungo baia è molto bello e durante i mesi caldi penso sia una meraviglia fare una passeggiata con una vista del genere, il peak? noi siamo stati sfortunati con il tempo, c'era molta nebbia e non abbiamo visto assolutamente niente ma durante le belle giornate penso sia bellissimo fare una passeggiata e godersi la vista della città dall'alto.
La città ? bhè quella non è niente di particolare secondo me, a kowloon si trovano molte delle strutture turistiche comprese le famose mansion, molte boutique dei marchi più conosciuti e vi assicuro che non sono delle semplici boutique, sono davvero enormi e palazzi moderni vicino a palazzi fatiscenti, un mix di moderno ed antico tipico dell'Asia.
Nell'isola di Honk Kong invece ci sono tutti i grattacieli più famosi ed alcune zone turistiche come la piazzetta di   che a dire il vero non è niente di speciale


Nel prossimo post vi parlerò di Manila, la capitale delle Filippine,
stay tuned e continuate a seguirmi.

Fede

fashionista con lo zaino
e le unghie rosse.



Goodmorning from your travel blogger,1 month in Asia, finally the post of my wonderful journey. Today i'll  speak about  Hong Kong and Macau 
Today's post is dedicated only to the people who want to read  a lot, for all the others there are the photos.

I returned  from my wonderful trip in the Philippines, unfortunately I could not publish any  post as promised because of the wifi that was working so bad, I wrote on my facebook profile a kind of diary and published lots of pics on instagram,  apparently had a lot of success, I have a future  as a travel blogger  or as a traveler for a documentary tv show, just waiting for someone to call me, someone is online? i'm available, I have the suitcase ready !!!!
 I realized that I am a  fashion woman , I love  bags shoes and jewelry, but travels are my real passion and I realized that I fully adapt myself to all situations, those who know me still can not believe that I manage to leave with a backpack, sleeping in the guest house, eat at banquets with neighboring table the hens ... if you travel in Asia as a tourist with a backpack, you must have a spirit of adaptation very strong and I realised that i have it.

Hong Kong
our journey started on March 4 with a  flight Genoa-Paris-Hong Kong
were years that I was dreaming the famous bay of HK.
On our arrival the weather was not the best because despite the 18 degrees it was cold, there was wind and some rain but mostly there was the fog, this climate unfortunately lasted for all the 4 days.
The arrival was a little troubled, was already evening, and after taking a very efficient bus that took us directly to one of the central streets of HK just minutes from the famous bay just where we had the guest house, we arrived in the building where we had booked our room, one of the famous mansion of HK.
The mansions are big and old buildings that are home of hundreds of small guest houses and apartments, the impact is not the best and the first thing you ask yourself is "where am i?" many elevators, all types of people that comes and goes, so many corridors, it seems a big hive, like a city  .... for one that are tired from a long flight and that the only thing you want is to get a nice shower and relax, is not the best as a business card, I saw the pictures of the room when i booked and I was not expecting a 5 star hotel but not even that kind of room.
ok we can do it, too bad that the guest house in question did not have our room ready, had decided despite of the reservation, and a credit card as a guarantee to sell it to others simply because he did not see us, and after discussions and proposals for room at a higher price we found an alternative along the same corridor. The room was really small, like as open the door and  dive directly into the bed, but the bed was comfortable and had a duvet hot and soft, useful with the really not hot weather of HK.
My impressions of HK: the bay is something amazing that leaves you without breath, high-rise overlooking the sea, colors, lights all what I imagined
in the evening the appointment was fixed at 8pm for the famous synphony of lights
the shows most famous of HK, a game of lights, laser and music that make the biggest skyscrapers located on the Bay of Hong Kong, show that can be seen from the neighbor Kowloon,
thousands of tourists standing and ready to capture the show with all possible,  smartphones, video cameras and cameras
HK is divided between the mainland, the Kowloon Peninsula and the New Territories, Hong Kong Island and the Lantau and  other smaller islands. The island of Hong Kong is the most modern, with the main skyscrapers and malls, the Kowloon Peninsula is perhaps where are the most turistic things,  where are the most hotels, many shops of the major brands and the famous mansions.
The city did not impress me so much, it's a mix of old and dilapidated buildings to  super modern skyscrapers , in some places you can still feel the ancient Chinese culture, markets and garden parties, banquets of trinkets and small restaurants come together to provide a City looking to the future and in continuous motion, in Hong Kong everybody runs. The modern neighborhoods in the area of ​​Hong Kong Island, are a cluster of skyscrapers and shopping, all very fascinating but nothing sensational.
The metro is super well organized and brings almost everywhere, HK is full of  jewelery shops and watch stores, present the most prestigious brands with several locations, the thing I was a little surprised because they are really a lot s as if everybody buys a watch every day.
The food is a problem, because if you want something cheap, the offer is the not the best, the Chinese eat mostly soups and their favorite meat are tripe or various innards   I just can not eat this kind of things, at the end we managed with a Korean restaurant that was not bad, after eating soups with  balls with a plastic taste.
Hong Kong is expensive and the prices are pretty much like those in Europe in contrast to most of part asia. I realized one thing, in Hong Kong you live and eat well if you spend, the choice is really wide and the city offers a great selection of  high-level restaurants , if you're a backpacker life is a bit more difficult because you have to adapt to the Chinese customs and then to their food that is not the best.
Let's say that the offers of the chinese restaurants in Italy is slightly adapted to our tastes.
The best things are the supermarkets, you can find pretty much everything and the butcher is only for those with a strong stomach, let's say that the of the animals they do not throw anything away.
Unfortunately, from the highest mountain of the city, the peak, where you can enjoy the view of the skyscrapers and the bay, we did not see anything, and when I say nothing is really so because of fog, after a queue of an hour to go up and just to go down, they could advise us, but I understand that business is business.
The last day we dedicated it to the neighboring island of Macau, known for the casinos.
Macau is also something else, an island with an European style, due to the Portugueses, a series of narrow streets with low buildings in pastel colors alternating with low condominiums always a little run-down in  Chinese style, the European mix with a lot of names streets and buildings in Portuguese on the other side of the world in an island frequented mainly by Asians.
The ferry terminal of Hk is really well organized like being in an airport and in the catamaran there and also the wifi.
I wanted so much the passport stamp of Macau, I would be one of the few in Europe to have it but they did  not they put it, not even that of Hk to be honest.
I would like go back to Hong Kong in summer and with the sun and admire the view from the peak and take a walk in the park and enjoy without the cold wind the beautiful bay.

Fede fashionista with a backpack.
and red nails

Fede

Shopaholic, bijoux, shoes, and bags lover with a great passion for travels.

14 commenti:

  1. L'ho seguito tutto in diretta su IG. Mi hai fatto sognare con questo viaggio :)
    Bacio
    http://www.mybubblyzone.com/

    RispondiElimina
  2. Ho seguito il tuo viaggio in diretta ma è bellissimo poterlo rivivere ancora, nell'attesa di andarci personalmente però :-P

    RispondiElimina
  3. Mamma mia Fede hai fatto un viaggio bellissimo, io non sono tanto da zaino in spalla, però mi piace vedere sempre posti nuovi!

    RispondiElimina
  4. Io ti seguo sempre nei tuoi viaggi si IG e Fb, sei troppo brava a raccontarli e mi fanno divertire un sacco i tuoi post!
    Secondo me la veste di travel blogger è proprio tua (non che te la cavi male come fashion blogger, ma come travel blogger hai proprio una marcia in più)! :D
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Mi sto appassionando a questo viaggio e al tuo modo di raccontarlo. La scorsa volta ti ho chiesto come ti sei organizzata con le valige. Questa volta ti chiedo invece cosa hai riportato in valigia dei luoghi che hai visitato)
    A me piace sempre riportare un qualcosa che mi ricordi nel tempo il viaggio fatto e a te?
    Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Sabrina, grazieeee è bello quando qualcuno apprezza quello che scrivi. Di solito porto a casa molti souvenir, mi piace avere qualcosa che mi ricordi il paese in cui sono stata, di solito sono spezie, le adoro e ne ho tantissime da tutte le parti del mondo, stavolta per mancanza di spazio, viaggiavo solo con lo zaino ed abbiamo fatto tanti spostamenti non ho potuto comprare quello che avrei voluto. Da hong kong ho preso come ricordo delle bacchette per mangiare in alluminio, me ne sono innamorata ed il tipo del ristorante me le ha regalate, dalle filippine invece ho portato un ventaglio che mi è servito contro il caldo e che con le temperature che ci sono adesso in italia sto usando tantissimo.
      baci

      Elimina
  6. ma perchè mi sono persa tutti questi post sul tuo blog!?!?!? e mi ero persa anche la nuova grafica!!! BELLISSIMA!!!
    detto ciò...questo viaggio è pura ispirazione, se solo convincessi il marito che non ama l'oriente :(((((

    un bacioneeee

    RispondiElimina
  7. Eh sì penso proprio anche io che viaggiare crei dipendenza!! Hai visitato dei posti magnifici Fede!

    RispondiElimina
  8. complimentissimi per questo reportage, sogno anche io un viaggio così bello ed emozionante
    buon inizio settimana
    un abbraccio
    tr3ndygirl fashion blog

    RispondiElimina
  9. Quante immagini meravigliose Fede, è stato davvero un viaggio stupendo

    RispondiElimina
  10. ho seguito il viaggio sui social e aspettavo con molta curiosità i post dettagliati. adoro viaggiare e come te mi sto rendendo conto che pur adorando scarpe e borse sono i viaggi la mia vera passione e quindi ho dato alla mia audrey una bella valigia rosa e ho ricominciato a viaggiare... cioè a vivere ;-)
    http://www.audreyinwonderland.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche per me è la stessa cosa adoro tutto quello che è fashion ma solo i viaggi mi danno la vera adrenalina

      Elimina
  11. ti ho seguita su face, bellissimo il tuo diario di viaggio, interessante!

    RispondiElimina

Tks for your comment

facebook
bloglovin