Vacanze in Sardegna


Estate 2017, la mia mini vacanza in Sardegna

Cambi_ami sunglasses
Ottaviani Bijoux necklace

Vacanze in Sardegna
Finalmente sono riuscita a fare una vacanza in Sardegna.
Da circa 2 anni la mia vita è cambiata radicalmente, sono praticamente tornata a vivere a Roma, sono diventata una party girl e sono sempre in giro, oltre al mio stile di vita anche le mie vacanze non sono più le stesse, sono decisamente meno avventurose e più corte, il classico long weekend che ti rigenera.
Sto scoprendo l'Italia che non conoscevo, perchè farsi 20 ore di volo per andare dall'altra parte del mondo quando anche in Italia abbiamo un mare fantastico?
Sono una viaggiatrice dentro ed amo andare in giro per il mondo anche se al momento mi sono presa una pausa ed ho optato per i viaggi un pò più comodi.
Quest'anno con il solito gruppo di amici, abbiamo optato per qualche giorno in Sardegna, dove ero stata solo da piccola, grande pecca lo ammetto!!!
Abbiamo organizzato tutto nel giro di poco tempo ma grazie ai numerosi siti di prenotazioni online siamo riusciti a fare tutto comodamente da casa.
Abbiamo scelto l'opzione traghetto, visto che avevamo la macchina e cosi ci siamo imbarcati in uno dei numerosi traghetti che tutti i giorni percorrono la tratta Civitavecchia - Olbia e devo dire che l'esperienza traghetto è stata più che buona ed il viaggio di 5 ore è passato in fretta, tra un giretto per la nave, uno spuntino al bar ed una sosta sul ponte per ammirare il panorama, devo ammettere che quando sei con gli amici il tempo passa davvero in fretta.
La prossima volta voglio provare l'esperienza da Genova e prendere una delle tratte Genova - Olbia, magari prendere la corsa notturna con la cabina dove non hai neanche il tempo di salire che sei già arrivato.

Se pronunciamo la parola Sardegna davanti a noi si aprono immagini di incredibili spiagge che nulla hanno da invidiare alle lontane destinazioni esotiche.
Scesi ad Olbia ho sentito subito il profumo della Sardegna, la meravigliosa natura selvaggia, i bellissimi oleandri in fiore e quel meraviglioso vento di cui sentivo tanto la mancanza.
Il patrimonio naturalistico sardo, tra terra e mare, con le diverse specie animale che lo popolano, è uno tra i più ricchi ed eterogenei d’Europa. Visitare l’intera Sardegna nel corso di un’unica vacanza è impossibile. Si possono però delineare itinerari specifici, volti ad esplorare, in più volte, quella che è universalmente riconosciuta come una delle isole più belle del Mediterraneo.
Noi abbiamo fatto base a Porto Rotondo a casa di un amico ma abbiamo girato un pò, certo quando hai pochi giorni a disposizione non riesci a vedere molto e poi la Sardegna è davvero grande.
Il primo giorno siamo stati in spiaggia vicino casa a Ira beach che è davvero molto carina, colori meravigliosi e relax , ci siamo goduti il tramonto in spiaggia con un aperitivo, proprio quello che adoro fare in estate.
La sera invece siamo andati a farci un giro per Porto Rotondo e siamo andati a trovare i nostri amici del Coffee Pot che hanno aperto un locale anche in Sardegna, la location è davvero molto carina e cenare in mezzo agli alberi di ulivo è stato  davvero bellissimo, cibo buonissimo come al solito ma su questo non avevo dubbi.
Il secondo giorno complice il tempo non proprio bellissimo siamo andati a fare un giro a Porto Cervo, non potevo non andare nella famosa piazzetta di cui ho sentito parlare per anni.
Il paese è molto carino, niente è lasciato al caso, case molto curate, bellissimi locali, tinte pastello...sembra tutto un pò finto, manca un paese con la sua storia ma a noi piace anche cosi.
Dopo abbiamo ripreso la macchina e ci siamo diretti verso Long beach la spiaggia di Liscia Ruja nella zona di Arzachena, una bellissima e lunghissima spiaggia bianca che a fine Giugno era quasi deserta.
Liscia Ruja è composta da una serie di piccole baie ornate da ginepri e gigli bianchi. Meta ambita nel giorno di ferragosto per la grande festa che viene organizzata ogni anno.
La spiaggia di Liscia Ruja è completamente immersa nel verde e per raggiungerla è necessario percorrere per diversi chilometri una piccola strada in terra battuta che in estate viene sottoposta a controllo stradale tramite sbarra trasversale.
E’ certamente una delle spiagge più grandi della Costa Smeralda, affacciata su un piccolo golfo chiuso in lontananza dalle spiagge di Capriccioli. La sabbia è fine e di color dorato, con fondale sabbioso che degrada in profondità velocemente mentre la superficie del mare è caratterizzata da colori verde-azzurro.
A cena siamo poi andati a Porto Cervo da Cuzco un locale aperto da poco in una delle piazzette del paese, molto curato ed in stile peruviano, il cibo è fusion un misto tra giapponese e peruviano e posso dire che abbiamo mangiato davvero benissimo, piatti curati e molto particolari per quelli come me che amano il pesce crudo rivisitato in chiave un pò più moderna.
Il terzo giorno abbiamo affittato un gommone e siamo andati a fare un tuffo nelle piscine dell'isola di mortorio, della serie le Maldive le abbiamo anche noi.
La giornata poi è proseguita a Baja Sardinia dove siamo andati a rilassarci per l'aperitivo su uno dei bellissimi lettoni del Phi beach.
La mia vacanza poi è proseguita gli ultimi due giorni con altri amici, siamo andati nella zona di Palau famosa per il suo vento e frequentata da surfisti ed amanti del kite surf, ho passato la giornata nella spiaggia di porto pollo di fronte all'isola dei gabbiani, si tratta di 2 lunghissime spiagge, una davvero molto ventosa e per gli amanti del kite e l'altra leggermente meno ventosa frequentata dagli amanti del windsurf e da chi ama le spiagge meno ventose e più tranquille.

Al centro della costa settentrionale dell’Isola c’è una località patria degli appassionati di windsurf, una spiaggia dalla forma bizzarra e dalle tonalità abbaglianti, dal mare limpido, accarezzata sempre dal vento.
Un’insenatura dall’acqua turchese e dalla sabbia bianca e fine, completamente circondata da arbusti di macchia mediterranea. A metà strada tra Palau e Santa Teresa Gallura, nei pressi della foce del Liscia, Porto Pollo (in gallurese Portu Puddu) unisce la terraferma alla bellissima i​sola dei Gabbiani (o Isuledda) con una sottile lingua sabbiosa. Le due ‘spiagge-istmo’ - la seconda è detta dell’Arenaria - si aprono a ventaglio con dune coperte di lavanda, ​lentisco e ginepro e sono una palestra naturale per gli sport acquatici. La località è costantemente battuta dal vento, a tratti forte, perciò è una meta particolarmente ambita di velisti e appassionati di windsurf e kite surf. Da una parte o dall’altra della baia, ci saranno, alternativamente, condizioni ideali per surfare oppure di mare piatto. Per chi ha il windsurf nell’anima, vento fra i capelli, vela spiegata e scia sulle onde saranno la costante della vacanza.

Bellissima l'atmosfera di libertà e spensieratezza che si respira, la zona del kite è davvero molto suggestiva e guardare  tutti quei kite in aria e le loro acrobazie è sempre emozionante.
Quel giorno c'era davvero molto vento, ho rinunciato al bagno ma non al sole, la sabbia è di quelle che non si attaccano e quindi è meraviglioso stare sdraiati solo con l'asciugamano.
Un ristorante che consiglio è il Guscio a Baja Sardinia, gli spaghetti con vongole e bottarga e le ostriche della Sardegna sono il massimo della goduria.
Purtroppo siamo alla fine della vacanza e cosi ho ripreso il mio traghetto verso casa con la sardegna nel cuore e con la promessa che tornerò presto, ci sono davvero troppe cose ancora da vedere.

Fede
con la Sardegna nel cuore.



 isola di Mortorio






Fede

Shopaholic, bijoux, shoes, and bags lover with a great passion for travels.

Nessun commento:

Posta un commento

Tks for your comment

facebook
bloglovin