Il mio viaggio nelle Filippine, Carabao


Carabao è un'isola poco turistica a solo 30 minuti di barca dalla famosa e caotica Boracy

Eccomi ancora qui a parlarvi del mio viaggio nelle Filippine, oggi vi porto nell'isola di Carabao. Ho talmente tante cose da raccontare su questo paese che potrei andare avanti ancora un bel pò, la cosa che mi ha fatto più piacere è che mi avete seguito in tanti e sono contenta di avervi fatto conoscere ed innamorare delle Filippine perché meritano davvero.


Eravamo rimasti a Boracay, alle alghe ed alla spiaggia bianca ricordate? no?
qui trovate il post se ve lo siete perso.
Mentre eravamo a Boracay la storia delle alghe ci aveva un pò destabilizzato tanto da farci trovare un'alternativa, optiamo per Carabao un'isola di fronte a poca distanza.
Per arrivarci purtroppo nonostante sia vicina e nonostante su internet avevamo letto che c'erano delle barche direttamente da una spiaggia di Boracay che purtroppo non siamo riusciti a trovare, siamo dovuti tornare a Caticlan in barca, prendere un tricycle per cambiare porto ed in meno di 1 ora siamo arrivati, abbiamo trovato la sistemazione tramite internet e prenotato direttamente da Boracay. Sull'isola ci sono solo 3 guest house e qualche  resort che si trova dall'altra parte dell'isola nella spiaggia di Lanas,  visto che delle 3 solo una era disponibile ( al numero delle altre due non ha mai risposto nessuno) la scelta era già fatta, ricadiamo su una bellissima casa (Republic of Inobahan beach resort) a pochi metri dalla spiaggia proprietà dell'ex sindaco dell'isola. Al nostro arrivo notiamo subito che di turisti se ne vedono ben pochi, ci accolgono tutti con una stretta di mano compresa la polizia locale che ci dà il suo benvenuto, non esistono taxi o tricycle e quindi ci facciamo la strada a piedi che per fortuna era davvero poca.
Non ci sono turisti insieme a noi ma la cosa non ci dà fastidio anzi...
Dopo neanche 10 minuti di cammino con i nostri zaini in spalla e sotto al sole, arriviamo finalmente alla meta. La casa è davvero imponente e bella come in foto, ha un bel giardino, un mini market accanto ed un ristorante, il tutto gestito dallo stesso proprietario e si trova a pochi metri dalla famosa spiaggia bianca di San Jose, la white beach. La nostra camera è all'interno della casa, per me è una specie di b&b beach resort mi sembra un parolona.
La casa all'interno è arredata con mobili simil antico, grossi tavoli di legno, mobili, poltrone, tutto un pò imponente, all'esterno tanto marmo, statue, tavoli, sedie a forma di mano, grossi leoni insomma una vera casa di rappresentanza. Sicuramente la più bella del paese.
La nostra camera invece era, vecchiotta e buia, il bagno era ricavato in una specie di box doccia e quindi aperto, non era il massimo della pulizia ed ogni volta che aprivi l'acqua c'era puzza di fogna. Siamo abituati a guest house semplici e camere basic ma questa con questo bagno era proprio una schifezza e purtroppo non avevamo alternative.
l'ex sindaco aveva deciso di optare per tenere sistemata la facciata, gli esterni e sli spazi comuni all'interno della casa tralasciando le camere,
ok non dobbiamo mica stare sempre in camera no???,
Per quanto riguarda la spiaggia invece era praticamente davanti alla struttura ma non era proprio come nelle foto, al nostro arrivo c'era l'alta marea e quindi risultava  piccola e piena di sassi che poi era corallo, tanto da non poter stare in spiaggia, ok anche questo. Diciamo che le cose non erano cominciate nel migliore dei modi.
Optiamo per un giro in paese, la morte nera ed un caldo assurdo, vediamo un ristorante, chiuso per pasqua che loro chiamano Semana Santa, ok anche questo, ne cerchiamo un'altro, un banchetto, qualcosa per mangiare, nada de nada, ma in questo paese non si mangia? ma tutti i banchetti di cibo che si trovano in giro per le Filippine dove sono finiti?
Finalmente troviamo l'unico posto aperto anzi l'unico proprio all'interno di una specie di mercato e ci fermiamo per pranzo, poca scelta ma meglio di niente.
Diciamo che l'impatto non è stato dei migliori, ci aspettavamo un paesino tranquillo ma non praticamente deserto e senza posti dove poter mangiare ed una spiaggia come quella di Boracay ma senza alghe invece non è proprio cosi.
La prima cosa che ho pensato? voglio tornare a Boracay nonostante le alghe, cavolo sono gli ultimi giorni e non voglio sprecarli in questo posto! Il nervosismo si era impadronito di me.
Ci ciondoliamo in giro per il paese, semideserto, le uniche persone che vediamo sono tutte intente a fare ilrosario e pregare in piccole capanne sparse per il paese, compriamo acqua e del pane in un market, ne troviamo solo uno aperto, wifi non funziona, fa caldo ed io sono nervosa, la giornata è ancora lunga e non troviamo niente di interessante da fare, optiamo per un giro al porto per informarci su come tornare a Boracay, a questo punto meglio le alghe che il nulla, quest'isola non fa per noi!
Non è giornata, domani è il venerdi prima di Pasqua la loro giornata più importante e quindi non si lavora ed i  barcaioli sono tutti al bar mezzi ubriachi a festeggiare la pasqua, sempre meglio.
Ci accorgiamo invece che la situazione spiaggia con la bassa marea migliora e la spiaggia diventa come quella vista in foto, ampia e bianca, non è poi cosi male, anzi.
Per la sera, visto che l'unico ristorante era chiuso e quello della nostra casa un pò caro optiamo per un banchetto in paese spuntato all'improvviso, faceva frittelle di pesce e cosi ne assaggiamo un paio, troviamo poi un banchetto di hamburger e cosi siamo apposto per la cena, la sera la passiamo a guardarci in faccia bevendo un caffè e respirando la brezza marina, visto che nonostante il wifi il mio ipad non dava segni di vita. Devo dire che c'era davvero troppa tranquillità per i miei gusti.
La mattina seguente la passiamo a passeggiare per il paese ed il pomeriggio visto che c'era la bassa marea, in spiaggia, devo dire che riguardando le foto la spiaggia era davvero bella e deserta ma la mancanza di ristoranti e banchetti e la troppa pace mi ha fatto vedere un pò tutto nero.
La sera con l'aiuto dell'ex sindaco e dello staff del b&b organizziamo il nostro ritorno a Boracay.
La mattina seguente alle 5.30  eravamo già pronti in strada in attesa delle nostre moto taxi ed arrivati dall'altra parte dell'isola nella spiaggia di Lanas troviamo il modo per arrivare a Boracay senza passare da Caticlan e quindi senza pagare di nuovo tutte le tasse, una vera furbata
 Prendiamo cosi un passaggio pagando una cifra irrisoria (php 100 in due) da una delle tante barche di escursioni che ogni mattina si dirigono verso Boracay per lavoro, l'unico inconveniente è che scendiamo direttamente in spiaggia tanto da finire in acqua fino alla pancia, una figata insomma!
L'arrivo è direttamente sulla white beach all'altezza della station 2 dove di solito si fermano tutte le barche delle escursioni e fortuna vuole proprio la zona della nostra guest house che nel frattempo avevamo ricontattato e prenotato.
Non posso dire che Carabao sia brutta, è un isola davvero poco turistica che a quanto pare vogliono trasformare nella nuova Boracay con Eco resort ed un aeroporto internazionale con un attenzione verso il territorio che purtroppo a Boracay non c'e stata. l'isola ha molte potenzialità ma al momento è davvero tranquilla, forse troppo, ha pochi ristoranti e banchetti perchè la maggior parte della popolazione dell'isola lavora tutto il giorno a Boracay ed i pochi abitanti che rimangono decidono di mangiare a casa cosa davvero insolita per i Filippini. Penso che se avessimo trovato banchetti, non fossero stati i giorni di Pasqua, la nostra camera fosse stata un pò meglio, sarebbe stato diverso. Forse un pò troppi se a mio a avviso.
Questo nella zona di San Jose dove c'e la white beach che a quanto pare è la più bella dell'isola.
Tornerei a Carabao per darle una seconda chance, di sicuro non nello stesso resort e non vi consiglio di andarci dopo essere stati a Boracay ma prima ed anzi arrivando da Carabao riuscite cosi anche ad evitare tutte le tasse in entrata e vi assicuro che non sono poche.
Attenzione al periodo di Pasqua, i Filippini sono molto religiosi ed in quei giorni tutto si rallenta.

 Fede
 la vostra Travel blogger con lo zaino e le unghie rosse

Alla prossima con un mix delle Filippine e gli ultimi giorni a Boracay


I'm here again with my stories about the Philippines, I have so much to tell you about this country that I could go on quite a while, the thing that made me so happy is that you followed me in so many and I'm so happy to let you know more about this country because it really deserves.
We were in Boracay, with the algae situation and  the white beach remember? no?
here's the post if you missed it
While we were in Boracay the situation of the algae had a little destabilized us enough to find an alternative, we opted for Carabao a small island just across. 
To get there, unfortunately, we had to take a boat to Caticlan and change port  in less than one hour we arrived, we found the accommodation via the internet and booked directly from Boracay. On the island there are only 3 guest house and a resort which is situated on the other side of the island, and since only one of the three was available the choice was already made, our accomodation was in a beautiful house just a few meters from the beach owned by the former mayor of the island, on our arrival we immediately noticed that in the island there are very few tourists, they welcommed us ev with a handshake including the local police gave us his welcome, a very unusual  thing, there are no taxis or tricycle and then we walked, lucky that was not far.
There are no tourists with us but  it's not a problem ...
The house itself is very impressive and beautiful as in the pictures, has a beautiful garden, a mini market next door and a restaurant, all run by the same owner, our room is inside the house, is a kind of b & b
inside, the house is furnished with antique-like style, big wooden tables, furniture, armchairs, all a bit imposing, outside much marble, statues, tables and chairs, a representative house.
our room was rather .... antiquated and not exactly the best, the bathroom was located in a sort of open-air shower and was not so clean, every time you opened the water was stinking sewer, not really a pleasure...
The former mayor had decided to opt to keep placing the facade and  the exterior and not caring about the rooms,
ok we don't have to stay all our journey in the room ???,
About the beach, however, was almost outside the hotel but it was not really like the pictures, when we arrived there was high tide, and the beach was small and full of stones sso not to stay really comfortable on the beach ... 
We opt for a ride in the town, was so hot and no one around... we saw a restaurant, closed for Easter they call it Semana Santa, another restaurant?, a banquet, something to eat ... nothing,  but in this town do they eat? but all the food stalls that you can find around the Philippines ?
Finally we found the only place opened, not a lot of choice but better than nothing.
Let's say that the impact was not the best, we expected a quiet village, but not without eating places and a beach like Boracay but without algae instead was not really like this.
The first thing I thought? I want to go back to Boracay despite the algae,  are the last days and I don't want to waste them in this place!
We decide to spend the day walking around, wifi is not working at all it's hot and I'm nervous, we opt for a ride to the port to inform us on how to get back to Boracay, at this point better than nothing, this island is not for us !
Was not our day, tomorrow is Friday before Easter their most important day, and then they don't work, no boats are leaving
For the evening, since the only restaurant was closed,  we found a banquet with some fried things, i tasted a couple of fish balls, then we find a banquet of burgers and this was our dinner, in the evening we stayed out of the house looking at eachother and breathing the sea wind, I must say that there was too much quiet for my taste.
We realize however that the beach situation at low tide changes and the beach becomes like that seen in photos, large and white, it is not that bad indeed.
The next morning we spend walking around the village and in the afternoon at low tide on the beach, I must say that the photos of the beach are really nice, the beach is deserted but the lack of restaurants and banquets and too much peace showed me all Black.
The next morning we found a way to get to Boracay without going to Caticlan and then not paying back all taxes, a real tricksy.
From Lanas beach, we took a ride paying nothing to one of the many boat trips that head to Boracay every morning for work, the only drawback is that we arrived straight on the white beach with a high tide and i arrived in the hotel completely wet.
I can not say that Carabao is ugly, it's a small and quiet island not so touristic that apparently want to turn to the new Boracay but with echo structures, has lots of potential but at the moment it's really quiet, probably too much, has few restaurants and banquets because most of the island's population works all day in Boracay and the few remaining inhabitants decide to eat at home very unusual for Filipinos. I think if we had found banquets, they were not the days of Easter, our room had been a little different would be different
I would like to go back to Carabao to give her a second chance, for sure I will not recommend you to go there after being in Boracay, before go to Carabao so if after you go to Boracay you will avoid taxes and i garantee that are a lot to pay.

Fede
 Your Travel blogger with a backpack and red nails

My next post will be a mix of the Philippines.





 our restaurant



 The beach resort


entrance of San Jose village







Fede

Shopaholic, bijoux, shoes, and bags lover with a great passion for travels.

19 commenti:

  1. Lo sai quanto amo i tuoi viaggi!!!! queste foto poi sono pazzesche...
    bacione!!!

    ❤️
    THE CIHC
    FACEBOOK

    RispondiElimina
  2. Sto seriamente prendendo in considerazione le Filippine per il mio prossimo viaggio. Purtroppo d'estate non sono il massimo e proprio in quel periodo ho la maggior disponibilità di tempo. Grazie per il tuo racconto. Sono sempre più convinta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. putroppo per le Filippine l'estate è il periodo sbagliato, ho aspettato 5 anni prima di poterci andare proprio per questioni di ferie.

      Elimina
  3. Posti davvero bellissimi, deve essere un viaggio fantastico!

    RispondiElimina
  4. Sarebbe stupendo poterci andare... mi piacerebbe davvero molto!

    RispondiElimina
  5. Ti ho invidiato tantissimooooo!!! <3

    XOXO,
    Eleonora
    www.it-girl.it

    RispondiElimina
  6. Mi ricordo di questo tuo viaggio... E' sicuramente un viaggio emozionante e prevede anche un certo senso di adattamento che a me manca ahahahahah, certo che poi questi colori, questo mare ti lasciano senza parole...
    baci
    www.theladycracy.it

    RispondiElimina
  7. un bellissimo viaggio, stupende le foto!
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  8. Mi ricordo la prima foto che hai postato, l'avevo vista su fb e ho iniziato a sognare quel posto! Che spiaggio, non credevo fossero così belle le Filippine, non l'avevo mai considerata come meta ma dovrò ricredermi!
    Baci
    Eli
    www.blackstarstyle.com

    RispondiElimina
  9. Che posti meravigliosi…..
    Baciiiiii

    www.lagattarosablog.it

    RispondiElimina
  10. Guarda dalla tua descrizione, nonostante tutto, per me sarebbe stato l'ideale (a parte la camera brutta e sporca, che quella è una cosa che proprio non sopporto): io avrei passato la giornata al mare, che tanto il sistema per buttarmi l'avrei trovato!^^
    Io preferisco sempre di gran lunga posti con poca gente e pochissimi turisti, magari con meno attrazioni, piuttosto che i posti affollati, tanto un supermarket per comprare qualcosa da mangiare si trova sempre!
    L'importante per me è che la natura sia bella, e dalle foto quest'isola sembra meravigliosa!
    Mi piacciono sempre tanto i tuoi travel-post! :D
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
  11. Senti, mi porti con te una volta? No, perché a me col cavolo che capita di visitare posti del genere. Anche con qualche difetto, ma del resto si sa, la perfezione non esiste, mi sembra un posto meraviglioso. Dio che paesaggi! :)
    Bacio e buona domenica cara! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

    RispondiElimina
  12. Portami con te la prossima volta, farò la brava ;)

    RispondiElimina
  13. Such a beautiful and in-depth detailing.
    I'd love to travel to the Philippines soon.

    Vegetarian CourtesyCheesePapas

    RispondiElimina
  14. posso soltanto dire wow! Che posto fantastico, che mare! Spero di conoscere le Flippine un giorno, mi sono innamorata!
    Maura
    http://www.stylistlowcost.com/

    RispondiElimina
  15. information which is very unique and interesting, extraordinary Kuat Tahan Lama Intim Dengan Herbal

    RispondiElimina

Tks for your comment

facebook
bloglovin